Prossimo ricevimento studenti e appello d’esame

Il ricevimento studenti di lunedì 4 giugno è posticipato a martedì 5 giugno dalle ore 12 alle ore 14.

L’appello di martedì 5 giugno inizierà alle ore 11

Programma 2018-2019 (prossimo anno)

michel-foucault

Sulla mia pagina docente è visibile il programma del prossimo anno accademico (2018-2019) del corso di Storia della filosofia francese moderna e contemporanea (primo anno del Corso di Laurea in Educatore Socio-Culturale) – il corso di Storia della filosofia moderna e contemporanea francese (terzo anno del Corso di Laurea in Filosofia) è mutuato dal precedente, per cui il programma è lo stesso.

Titolo del corso: Genesi della (s)ragione. Storia, scienza, filosofia alle origini della “follia” in età moderna

Professione Filosofo 25 maggio

Professione Filosofo. Seconda Edizione.

Evento a cura del corso di Laurea in Filosofia, Università del Salento

 

Rete, Impresa, Filosofia, Persona, Umanità, Identità, Territorio, Lavoro: sono queste le parole che ricorrono sulla locandina pubblicitaria del workshop “Giornata professione Filosofo”, organizzato dal Corso di Laurea in Filosofia, patrocinato dal Comune di Lecce e sponsorizzato dall’impresa Valentino Caffè. Una moltitudine di temi giustapposti ? No, se a raccordarli è la vocazione filosofica, unita alle competenze degli addetti ai lavori. Il 25 maggio, presso l’aula Multimediale di Studium 2000, la rete c’è davvero, perché i laureati in filosofia dell’Ateneo Salentino si presentano al territorio con le loro esperienze, con le loro competenze e soprattutto per mostrare di saper lavorare insieme, accogliendo le sfide della società presente e affrontandole nel nome dei valori culturali ispirati dall’Europa. Tre le sessioni previste. Nella prima Nadia Bray e Luana Rizzo, docenti del Corso di Laurea in Filosofia, presenteranno il progetto “Identità, memoria ed oblio”, ideato all’interno dell’Accordo Quadro tra l’Università del Salento e il FAI (che sarà rappresentato dalla delegata Maria Bianca Cavalieri) e strutturato attraverso la collaborazione tra laureati in filosofia dell’Ateneo Salentino, come Marta Vedruccio,  imprenditrice filosofa e fondatrice dell’associazione Opera Viva, la prof. ssa Erika Ranfoni, docente di filosofia e filosofa pratica e Luciana Apollonio, docente di filosofia e coordinatrice del Dipartimento di Filosofia presso il liceo scientifico De Giorgi. Nella seconda sessione, la prof. ssa Ranfoni, insieme a Raffaele Mirelli, direttore scientifico del Festival internazionale di filosofia di Ischia e a Giuseppe Scarciglia, formatore in counselling, affronteranno il tema del ruolo della filosofia e del dialogo socratico nella società globale, intervenendo sul tema della funzione della filosofia e più in generale della cultura nelle relazioni umane e, soprattutto, in quelle mediate dalla realtà digitale.

Nella terza sessione, “I filosofi e l’impresa”, interverranno Pierpaolo Lala, giornalista e addetto stampa, Coolclub con Cristiana Francioso, studentessa del Corso magistrale in Scienze Filosofiche, tirocinante presso Coolclub, Lucia Mariano Responsabile Comunicazione e grafica – «Maestri Caffettieri», scuola di formazione Valentino Caffè. La presenza di Monica Rosato, Responsabile di Selezione e Servizi -Adecco, filiale di Lecce, costituisce un ulteriore fattore di novità. Esso è finalizzato ad aprire una seria, rigorosa e certamente feconda interlocuzione affinché le imprese, sempre più inclini a operare secondo standard particolarmente elevati, possano conoscere i talenti, le risorse e i progetti del lavoro di un filosofo. Una conoscenza che non deve essere puramente teorica, ma indirizzata alla comprensione di come questi talenti, queste risorse, questi progetti possano concretamente e fruttuosamente essere impiegati all’interno della realtà imprenditoriale.

 

 

‘La nouvelle édition de ces choses merveilleuses’

Voltaire Foundation

Page de titre de notre texte de base Page de titre de notre texte de base.

Passage de la mer Rouge à pied sec, arrêt du Soleil et de la Lune, résurrection des morts, transformation de la farine en anguilles, refus de s’agenouiller devant le Consistoire de Genève, habitude d’entendre le contraire de ce qui est dit et écrit, tours de passe-passe de Rousseau à Venise: tel est l’assemblage – hétéroclite, on en conviendra – de ‘miracles’ – ou prétendus tels – dont Voltaire se gausse en les réunissant au sein de cette Collection des lettres sur les miracles. Ecrites à Genève, et à Neufchâtel. L’ouvrage est loin d’avoir la rigueur d’un quelconque traité susceptible de répondre aux très sérieuses Considérations sur les miracles de l’Evangile pour répondre aux difficultés de M. J.-J. Rousseau (1765) publiées par le pasteur David Claparède, qui fournissent le prétexte de la première intervention de Voltaire, dans une feuille volante intitulée Questions sur les miracles, à…

View original post 881 more words